fbpx

Allenarsi con corsa lenta, a cosa serve?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
IN QUESTO ARTICOLO:
FB_Fondo_Lento

FARE LA "BASE AEROBICA" SERVE? Una attività di questo tipo è assolutamente è da consigliare a chiunque fare attività perché è molto meglio che una vita sedentaria.... ma per gli altri...

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Fare Corsa Lenta è utile al nostro organismo?

Un nuovo studio scientifico dell’estate 2017, uscito ad agosto su International Journal Sports Medicine, ci dice qualcosa di veramente molto interessante perché è uno di quei dibattiti che le persone fanno frequentemente: faccio fondo lento (camminata lenta o nuoto lento o pedalata lenta) ed avrò dei benefici a livello cardiaco.
Ma è davvero così?
Questo studio portato a termina da un gruppo di ricercatori svedesi e pubblicato sulla rivista International Journal of Medicine, una rivista molto accreditata nel settore Sport Science & Medicine,  ci dice che gli adattamenti nel ventricolo sinistro per quanto riguarda l’allenamento di 12 settimane su persone che non facevano nessuna attività sono di diverso tipo.


Altri 250 video come questo?


Quali miglioramenti?

effettivamente per quanto riguarda l’efficienza generale dell’organismo i parametri sono decisamente migliorati ma non ci sono particolari adattamenti per quanto riguarda il ventricolo sinistro.

Molte volte quando si parla con atleti e quando gli si chiede perché stai facendo fondo lento le risposte sono varie e comprendono tutta una serie di benefici che riguardano magari le caratteristiche del miocardio ovvero una maggiore efficacia grazie all’aumento dela quantità di sangue ad ogni battito, oppure una netta delle pulsazioni a riposo e così via fino all’aumentata densità capillare.

Dov’è la verità e dove la scienza?

Gran parte di questi “magici benefici” provengono da informazioni tramandate nel corso degli anni, e sicuramente “limate” man mano. Gli studi scientifici, e questo in particolare, non fa altro che confermare una casistica abbastanza ovvia: se non fai assolutamente nulla nella tua vita, va bene. Altrimenti (a te) servirà a ben poco.

Questo studio (Link allo studio citato) è durato 12 settimane per 2/3 volte di allenamento la settimana di 45/50 minuti, un impegno tutto sommato facilmente gestibile.
L’efficienza generale è migliorata, ma in persone non allenate e sedentarie, per quanto riguarda gli adattamenti del miocardio non si sono verificati effetti sul ventricolo sinisto ovvero la parte che è deputata a trasferire il flusso di plasma al corpo.

[mailmunch-form id=”549918″]

Poca intensità? Attività ricreativa.

Per avere cambiamenti davvero efficaci  c’è bisogno di maggiore intensità e di maggiore volume, se parliamo di persone già attive o di atleti.

Ma per iniziare va benissimo!…E poi?

Una attività di questo tipo, che si può fare tranquillamente in coppia continuando a parlare tranquillamente, è assolutamente è da consigliare a chiunque fare attività anche a bassi regimi perché è molto meglio che una vita sedentaria. L’efficienza generale migliorerà e saremo sicuramente più attivi nelle nostre attività.
E poi basta così.
Se dopo i 3/4 mesi non “cambiamo ritmo” facendo qualcosa di più attivo (magari con attività ben studiate di HIIT) man mano anche questi monimi risultati della corsa lenta diminuiranno e ci sembrerà di tornare indietro. Ma il tempo impegnato sarà sempre lo stesso.

Parti piano, poi cambia ritmo

Il mio consiglio è duplice: fai la visita medico-sportiva di tipo non agonistico con prova da sforzo, direttamente dal Medico Specialista in Medicina dello sport, ed inizia due/tre volte la settimana. Va benissimo.

Ma poi man mano cambia ritmo e procedi con protocolli più utili al tuo metabolismo, se farai così migliorerai man mano e ti sentirai una persona diversa. Se trovi dei preparatori o dei Personal Trainer chiedi se sono “Hiit Expert” ovvero che sanno studiare il giusto protocollo per farti ottenere i risultati più efficaci per i tuoi obiettivi.

Ed ora? Corri! 

 


TI POSSO AIUTARE?

Scopri tutto quello che possiamo fare insieme, centinaia di video e consigli gratuiti, decine di corsi approfonditi a vario livello di competenza e difficoltà: dagli amatori del Fitness e dello Sport, ai professionisti della materia.
Scopri come rimanere in contatto con me! CLICCA QUI

Questo argomento ti piace? Puoi approfondirlo da “esperto”!

Allenarsi con corsa lenta, a cosa serve?


SOLLEVA L'ASTICELLA
Allenamento intenso, allenamento per dimagrire, allenamento intervallato, allenamento HIIT e tanto altro sono inclusi in HIIT EXPERT i nostri percorsi dove DAVVERO puoi sollevare l’asticella delle tue competenze. Tutte basate su evidenze scientifiche.

[/vc_column_text][vc_basic_grid post_type=”post” max_items=”-1″ style=”lazy” show_filter=”yes” element_width=”3″ gap=”20″ orderby=”rand” filter_default_title=”All” filter_color=”sky” item=”masonryGrid_Default” acl_rules=”%5B%7B%22rule%22%3A%22%255B%257B%2522param%2522%253A%2522none%2522%252C%2522operator%2522%253A%2522_equal%2522%252C%2522value%2522%253A%2522none%2522%257D%255D%22%7D%5D” grid_id=”vc_gid:1505836859457-afb016965bb05eac85660621c3559269-2″ taxonomies=”135, 187, 192″ filter_source=”category”][/vc_column][/vc_row]

FORMAZIONE CONTINUA

Scopri tutti i miei corsi online Solo qualità, senza compromessi.
Ora in PROMO a soli 9€/mese e stacchi quando vuoi

0 +
Moduli Audio,Video, Slide
0 +
Corsi Attivati
Gian Mario Migliaccio

Gian Mario Migliaccio

Dottore di Ricerca (Ph.D) - Sport Scientist, Biologo nutrizionista. Ricercatore indipendente presente come autore su Pubmed con oltre 30 studi internazionali - Abilitato Professore Universitario ASN 2016

Commenta