fbpx

Rischio Overtraining nell’allenamento?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
IN QUESTO ARTICOLO:
Hombre atleta deportista agotado.corredor decepcionado.

Come faccio a sapere se sono in OverTraining?

Nelle procedure dell’allenamento sportivo il miglioramento avviene grazie ad una esperta manipolazione di intensità ripetizioni e recuperi. Quando lo stimolo allenante diventa eccessivo sulla capacità del singolo atleta di ripristinare le energie si incorre in quello che viene chiamato OVERTRAINING o sovrallenamento.
Gian Mario Migliaccio, dottore di ricerca, spiega in questo video di pillola 60″ quali sono i rischi dell’overtraining.


Altri 250 video come questo?

[button_group type=”shadow” bottom_margin=”30″] [button url=”https://www.facebook.com/migliacciogm” open_new_tab=”false” text=”Seguimi su Facebook”] [button url=”https://www.youtube.com/c/GianMarioMigliaccioGMM” open_new_tab=”false” text=”Seguimi su YouTube”] [/button_group]

Guarda su YOUTUBE il mio VIDEO sull’OVERTRAINING


Ti sei mai trovato in sovrallenamento?

A volte siamo tranquilli, seguiamo le tabelle che ci hanno passato gli amici, tutto sembra andare per il meglio e poi… in poco tempo tutto potrebbe cambiare.
Si, ad un certo punto la nostra mente ed il nostro corpo dicono “basta”.
Basta a tutto, non solo all’allenamento. Le ricerche scientifiche identificano questo momento come “OVERTRAINING” ovvero un periodo di allenamento dove si è andati “oltre” i nostri limiti fisiologici.

Questa fase arriva dopo altre 3 fasi ben distinte che probabilmente abbiamo completamente trascurato:

  • Fatica acuta
  • Overreaching funzionale
  • Overreaching non funzionale
  • Overtraining
  1. La prima fase era la stanchezza del singolo allenamento, dopo un giorno abbiamo recuperato e non ci abbiamo più pensato.
  2. La seconda fase era invece una stanchezza persistente ma “voluta” dal nostro allenamento, ci ha stancato per due o 3 giorni di seguito ma poi abbiamo recuperato.
  3. La terza fase era la più delicata, credevamo di aver recuperato ma invece il nostro corpo continuava a mantenere lo stress molto alto. Il problema è che non ci siamo accorti di questo ed abbiamo passato il segno, son passati 15 o 20gg e siamo arrivati nell’ultima fase, l’overtraining.

La Nutrizione Sportiva nell’Overtraining

Può essere uno dei fattori che hanno causato l’overtraining ma, allo stesso tempo, può essere una delle vie per contribuire ad uscire da questa fase.

La Nutrizione sportiva, quando elaborata in maniera attenta e individualizzata sull’atleta, può infatti prevedere delle aree di deficit dell’atleta e stabilire dei percorsi nutrizionali che seguano in maniera parallela la periodizzazione dell’allenamento.

 

Gli effetti dell’overtraining

siamo in una fase dove davvero gli effetti sono disastrosi, non solo nello sport ma anche nella vita. Avremo una alterata percezione della fatica ma anche comportamenti alterati nell’umore, nella concentrazione, nel sonno, nell’appetito. Avremo sicuramente dei problemi nella nostra sfera sociale anche con familiari ed amici.
Avremo problemi a scuola e con lo studio, non c’è più tempo per scherzare.

Cosa fare se siamo in overtraining?

Se crediamo che siamo in uno stato negativo, con alcuni dei sintomi visti prima allora dobbiamo immediatamente andare dal medico e probabilmente anche vedere completamente la nostra nutrizione, con un nutrizionista.
Dobbiamo interrompere gli allenamenti, verificare prima la nostra salute e poi, senza fretta, potremo ripartire per gradi.

Studio Scientifico citato: “Overtraining Sindrome – Sports Health 2012″ LINK su Pubmed

TI POSSO AIUTARE?

Scopri come rimanere in contatto con me! CLICCA QUI

 

FORMAZIONE CONTINUA

Scopri tutti i miei corsi online Solo qualità, senza compromessi.
Ora in PROMO a soli 9€/mese e stacchi quando vuoi

0 +
Moduli Audio,Video, Slide
0 +
Corsi Attivati
Gian Mario Migliaccio

Gian Mario Migliaccio

Dottore di Ricerca (Ph.D) - Sport Scientist, Biologo nutrizionista. Ricercatore indipendente presente come autore su Pubmed con oltre 30 studi internazionali - Abilitato Professore Universitario ASN 2016

Commenta